Progetto 2015 - Vecchio scorcio di Catania

Parte 1 - Creazione borgata siciliana con nuove tecnihe

Il presepe 2014 - tutorial

Come creare un presepe con fogli di polistirene

Il carcere di Sant'Agata

Vi racconto cosa ho visto - Rappresentazione di Sant'Agata al carcere

Presepe 2013 - Dono a Laura Salafia

Il presepe 2013 esposto presso il ccomune di Pedara donato a Laura Salafia

18 nov 2017

Cosa ci vedo in 3 fogli di polistirene: un presepe!!!!

Cosa ci vedo in tre fogli di polistirene  da 2 cm? 

Un presepe, si proprio così, quest'anno un presepe da 1,25 m x 62 cm. Grande tanto grande, dimensioni mai utilizzate nei precedenti lavori; dimensioni che mi hanno portato ad un lungo lavoro, tanto complicato e minuzioso. 

L'Ambientazione: i miei lavori sono sempre ambientati nella mia terra, e' sempre presente la mia Etna, il vulcano che sovrasta sulla piana catanese. Quest'anno la scenografia è ambientata sopra una vecchia colata lavica; la rinascita, la costruzione, il ricreare vita  in luoghi dove la stessa e' stata distrutta è l argomento principale in questo progetto. Qui, in un ambiente quasi lunare, piante si sono riprodotte, fiumi hanno creato il loro letto, l uomo ha ricostruito quello che la natura aveva distrutto, ma in particolar modo è ripartita la vita, la nascita, esempio di un nuovo inizio. 

Materiale: Per la costruzione del presepe sono stati utilizzati 3 fogli di polistirene da 2 cm e 2 fogli di compensato. Quest'ultimi sono serviti per lo sfondo e per la base solida del presepe. La pasta di stucco, che nei precedenti lavori mescolavo ai residui di caffè, e' stata mischiata con residui di cenere di pellet. Cambiando l'impasto  in fase di stesura del prodotto ho ottenuto un risultato diverso, molto più realistico. Le strutture create, prima di essere stuccate, sono state lavorare con saldatore a stagno, che mi ha permesso disegnare al meglio le facciate, creando molte imperfezioni.

Nella stesura dello stucco sulla pietra lavica ( sempre fogli di polistirene ) ho provato ad aggiungere all impasto sabbia; granelli di sabbia fina raccolta in spiaggia. Asciugandosi l effetto sulla pietra e' stato molto piu' realistica alternando pezzi di corteccia di pino.

Colorazione: colori acrilici

Personaggi: figure landi 12 cm

Nel prossimo post verra' pubblicata la foto definitiva del presepe 2017 e ultime informazioni su tecniche utilizzate.
Potete trovare tutte le foto a questo link: https://goo.gl/4aFZVL






17 dic 2016

Come costruire un presepe in una tegola

Qualche tempo fa acquistai presso un negozio di articoli per presepe una serie di figure da 3 cm da inserire in un diorama ovviamente di dimensioni piccole che non rientra nella categoria dei miei presepi. E' stata tanta la voglia di realizzare qualcosa che, subito dopo la creazione del mio ultimo lavoro, ho iniziato a dedicarmi a questo nuovo progetto. Cosa poteva esserci di più bello di crearlo all'interno di una tegola, anzi una mezza tegola.
Il primo passo e' stato dipingere con colori acrilici il fondale che non poteva esser altro che la mia ETNA.

Per la creazione delle scenografia ho utilizzato polistirolo sottile, bianco, quello che si trova nelle confezioni delle pizze surgelate. Successivamente rivestito di pasta di stucco pronta e, prima che asciugasse, risaltato con lo stesso pennello per ottenere il rilievo. Questo perche' quando sara' asciutto e' piu' facile risaltare con i colori i particolari. 

18 nov 2016

16° Mostra di presepi " La stella di Betlemme "


 Dal 2 dicembre 2016 al 8 Gennaio 2017 sarà possibile visitare  il mio presepe alla  Mostra " la stella di Betlemme ", presso il convento San Rocco di Acireale; oltre 50 presepi dei migliori artisti del momento saranno esposti per tutto il periodo delle feste natalizie. Potete seguire il gruppo associazione gruppo liberi artisti direttamente sulla pagina di facebook o sul sito ufficiale www.gruppoliberiartisti.it


31 ott 2016

Come creare un presepe - posizione delle luci e creazione della vegetazione

 
Nelle fasi di realizzazione del progetto 2016, pian piano che i lavori vanno avanti, ho preso la decisione di come doveva essere illuminato il portale. Ebbene il portale non andava illuminato, ma bensì la natività, si proprio cosi, proprio quest'ultima al centro del progetto tutta con un illuminazione particolare. Ecco perchè ho deciso che la figura di Maria con il bambino fosse illuminata da una luce blu a led che arrivasse dall'alto, mentre tutta la scena fosse riscaldata da una luce calda che provenisse dal centro della scena ed esattamente dal fuoco. Così seguendo un tutorial trovato sul web, ho unito 5 piccole lampadine gialle da 12 volt, messe in parallelo, poste al centro della scena e ricoperte da una colata di colla a caldo.
Una volta asciutta, la colla viene colorata con il rosso acrilico. Dopo aver atteso che il colore asciugasse, ho incollato su di esse alcuni pezzetti di legno, colorati con nero acrilico. Il passo successivo e' passare con un pennello della colla vinilica sopra di essi e con un cucchiaino buttar sopra della cenere. quando e' tutto asciutto dare una spolverata e togliere l'eccesso della cenere.

Le luci gialle sono collegate ad un alimentatore 12 v a 400 mhp. Ad esso ho collegato anche il led blu, ma per funzionare ha bisogno di una piccola resistenza saldata sul positivo e successivamente collegarlo all'alimentatore senza invertire le polarità. il led e' stato collegato in alto, nella facciata del portale nascosto in direzione della scena della natività.

Per la vegetazione era mia intenzione inserire dell'edera arrampicata sulla facciata e una pianta di fichi d'india.

La pianta di fichi d'india e' stata creata disegnando su di un  foglio cartoncino spesso da 4 mm le pale della pianta, Ne ho create piu' piedi e poi successivamente incollate con colla vinilica. Ho dato una prima mano di verde foglia con spray acrilico e poi ho ricreato tutti gli effetti chiaro scuri con colori acrilici passati con il pennello.
Per l'edera occorre acquistare una matassina di lana di roccia dal ferramenta. Dopo averla stesa ed allargarla con le mani, poggiata su di un piano ( io ho utilizzato un pannello di polistirolo ) l'ho colorata con spray vernice acrilico color verde foglia. ho atteso 24 ore che asciugasse per poterla inzuppare di una miscela di acqua e colla vinilica ( 10% con 90% ). A questo punto ho fatto cadere su di essa tantissimo origano, quello che vendono all'interno di barattoli, schiacciato con le mani sulla lana stessa. ho atteso che asciugasse per poterla posizionare sulla facciata del portale




17 ott 2016

Come costruire un portone per presepe - tecnica del polistirolo

La foto che vedete alla destra del post, è stata fatta qualche giorno fa, quando per qualche ora mi sono dedicato alla creazione del portone d'ingresso del mio ultimo lavoro. Il materiale da me utilizzato e' sempre lo stesso: un foglio di cartone, ritagliato su misura, su cui incollare i vari pezzi di polistirolo, tagliati e inseriti come in un puzzle. Infatti, prima di procedere al collocamento dei pezzi, ho disegnato tutta la struttura della porta sul foglio di cartone come realmente volevo che venisse.
Il passo successivo è far sembrare più realistico possibile l'effetto legno sulla porta invecchiata. Tutto cio' e' possibile grazie all'utilizzo di una piccola spazzola d'acciaio che, strofinandola su e giù sul polistirolo, permette di eliminare lo stesso in eccesso e lasciare delle strisce vuote che assomiglino alle venature che il legno ha in natura.

La parte della colorazione e' molto piu' semplice, bisogna seguire solo alcuni passi fondamentali; innanzitutto il fondo deve essere molto scuro e un pò  liquido; questo permette al colore di entrare fin dentro alle venature create. Poi pian piano si passa a colori sempre più chiari, in modo da risaltare i particolare della porta. Infine utilizzare sempre la tecnica del dry brush, pennello asciutto e ripassarlo quando i colori principali sono asciutti. Di solito per questa tecnica uso sempre  il bianco o il grigio, dipende da cosa sto dipingendo, ma in questo caso vanno bene tutti e due.

Nella foto successiva potete notare la porta collocata al suo posto, in un momento particolare di luce catturata alle prime ore dell'alba.

Prossimi passi sono le scalinate, ancora incomplete, e l'illuminazione.